Archivi tag: verdure sott’olio

Asparagini! Sott’olio!

tn_IMG_1725

  • Asparagini
  • 1 lt di acqua (o la quantita’ sufficiente per far si che gli asparagini siano coperti con almeno 4 cm di liquido formato dalla meta’ di acqua e la meta’ di aceto sopra)
  • 1 lt di aceto bianco
  • Foglie di salvia ( calcola 3 a barattolino)
  • Aglio ( 4 spicchi piccoli a barattolino)
  • Olio di semi di girasole
  • Sale grosso.
  • Barattoli di vetro con tappi nuovi.

Sterilizza i barattoli e i tappi. Mettili in una pentola con un asciughino sulla base, riempi di acqua fino a coprirli completamente, porta a bollore e fai bollire per 20 minuti, poi fai freddare, tirali fuori e mettili ad asciugare a testa in giu’ su un panno ben pulito.

Elimina la base  dura degli asparagi. Lavali bene per eliminare tutta la terra.

In una pentola che possa contenere  il liquido e gli asparagi che hai deciso di fare, metti l’acqua, l’aceto, l’aglio la salvia e un pizzico di sale.

Porta a ebollizione. Aggiungi gli asparagi che hai pulito, aspetta che il liquido riprenda il bollore, abbassa la fiamma fino a raggiungere un bollore controllato e cuoci gli asparagi per 10 minuti. Spengi la fiamma, togli gli asparagi molto delicatamente con una schiumarola, e mettili a scolare su un colino, fino a che hanno eliminato tutta l’acqua e aceto.

Poi trasferiscili tutto su un asciughino, anche l’aglio e la salvia, copri con un altro asciughino e lasciali tutta la notte per eliminare il piu’ possibile l’umidita’.

Prendi i barattoli, appoggia gli asparagini uno sopra all’altro partendo dalla base. La salvia e gli spicchi di aglio mettili alle pareti del barattolino.

Riempi di olio, stai attenta a non mettere troppi asparagini, l’olio deve coprirli completamente.

Chiudi bene con il tappo e dopo 30 giorni sono pronti!!

Mammatua! 🙂

tn_IMG_1724tn_IMG_1726

Carciofini sott’olio

Carciofini sott'olio

  • 100 carciofini piccoli
  • 2 litri di acqua
  • 2 litri di aceto bianco
  • Salvia qb
  • 4 spicchi di aglio tagliati a fette
  • Pepe nero in chicchi qb
  • Sale grosso
  • Olio di semi di girasole qb (l’olio di semi di girasole ha un conservante naturale per questo è il più adatto per conservare)
  • Acqua acidulata con limone (1 litro di acqua 1 limone strizzato e lasciato nell’acqua).
  • barattoli di vetro sterilizzati *

Pulisci i carciofini, leva le foglie verdi e le punte. Puliscili tutto introno in modo da formare una pallina. Poi immergili nell’acqua acidulata che hai preparato.

Metti a scaldare in un pentolone l’acqua e l’aceto con la salvia il pepe l’aglio e il sale. Quando l’acqua bolle aggiungi i carciofini, aspetta che l’acqua riprenda il bollor e fai cuocere per 7 minuti. Cola il tutto, e metti ad asciugare su un asciughino di cotone pulito, le foglie di salvia, il pepe l’aglio e i carciofini a testa in giù.

Fai asciugare per tutta la notte. Poi prendi i carciofini e mettili, sempre a testa in giu nei barattolini di vetro con la salvia il pepe e l’aglio. Riempi fino a coprirli completamente con l’olio di semi. Copri con la pellicola e controlla per qualche giorno che l’olio sia sempre sopra. A questo punto puoi togliere la pellicola e coprire i barattoli con il tappo e …sono pronti! 🙂

Puoi mangiarli fra 1 mese! Se resisti 😉

mammatua!!

carciofini  carciofini   carciofini sott'olio

carciofi  tn_DSCF1518     

Melanzane golosone

DSCF4175

Melanzane lunghe. Olio di semi di girasole, sale . 3 spicchi di aglio tagliati a fette, basilico, 1 bicchiere di aceto rosso, olio extravergine di oliva, sale.

In una pentolina fai scaldare 1 bicchiere di olio extravergine di oliva con gli spicchi di aglio a fettine.

Quanto l’aglio comincia a ballonzolare, aggiungi l’aceto, copri subito con il tappo  abbassa la fiamma, appena smette di sfrigolare togli il tappo e cuoci per 4-5 minuti, spengi il gas, aggiungi il basilico, copri e fai freddare.

Friggi le melanzane in abbondante olio di semi, non farle scurire troppo, che poi continuano a cuocere anche nell’olio all’aceto, scolale dentro un colino e poi falle freddare su un piatto dove prima hai messo della carta gialla.

Ora prendi una ciotolina e mettici uno strato di melanzane, un pz di sale,un ramaiolo di olio con l’aceto , il basilico ecc…un altro strato di melanzane ,sale e l’olio fino a che sono finite tutte.

Io le faccio un giorno e le consumo il giorno dopo .Le rigiro completamente in un’altra ciotolina e sono pronte.!!

Buonissime come contorno, ma anche dentro i panini ; e gustosissima dentro il classico 5e5! Schiacciatina, torta di ceci e melanzane al poggiogoloso!!

DSCF3793                                           DSCF4172  DSCF4174

Le sue caratteristiche:

La melanzana al contrario di altri vegetali che i loro benefici sono maggiori se mangiati crudi, non può essere consumata cruda perché contiene solanina che è una sostanza tossica.

Grazie al suo alto contenuto di acqua, è depurativa per l’organismo, per questo è consigliata  nei casi di gotta, arteriosclerosi e problemi di infiammazione alle vie urinarie; contiene potassio ed altri minerali con proprietà rimineralizzanti e ricostituenti.

Le melanzane contengono inoltre alcune sostanze amare, presenti anche nelle foglie dei carciofi, che contribuiscono a stimolare la produzione di bile ed anche ad abbassare il tasso di colesterolo “cattivo” nel sangue. E’ ortaggio molto povero di calorie e ricco di fibre, la melanzana è spesso inserita nelle diete dimagranti. Ha anche proprietà lassative, anche se non molto marcate, ed è quindi utile in casi di stitichezza.

Tratto da Mister Loto

http://www.mr-loto.it