Torta di Ceci

tn_DSCF1149

 

 

 

Dose per 4 persone.

 

  •          750 di acqua
  •          250 gr di farina di ceci
  •          15 gr di sale
  •          35 gr di olio di semi di arachide
  •          Teglia di rame  diametro 35 cm (come quella del castagnaccio J )
  •          Ancora un po’ di olio di semi ( 100 gr) per ungere la teglia
  •          Tempo di cottura 30 minuti

 

Metti l’acqua in un contenitore ed aggiungi girando la farina di ceci,l’olio e il sale. Fai attenzione che non si formino grumi. La crema deve esse liquida e non densa., come vedi nella foto. Adesso fai riposare l’impasto per minimo 5 ore. Se fa caldo in frigorifero altrimenti a temperatura ambiente (max 20°). Lo puoi fare anche un giorno per il giorno dopo, allora è meglio metterla in frigorifero.

Passato il tempo di riposo  mescola bene l’impasto, raccogliendo dal fondo quello che si è depositato .

Accendi il forno alla massima temperatura. Ungi la teglia con l’olio anche il bordo ,versaci sopra l’impasto, Inforna e cuoci circa 30 minuti. Quando è tutta dorata e crepata  è pronta!

Prendi  un panino francese, aprilo e metti dentro due belle fette di torta , una spolverata di pepe ed ecco il famoso 5 e 5 ! Accompagnato dal classico bicchiere di spuma “bionda” stai consumando uno dei panini più famosi di Livorno !  Mi raccomando la torta deve essere sempre “abbollore”! 🙂

 

tn_DSCF1138                                       tn_DSCF1145

 

tn_DSCF1155

 

mammettatua! 😉

Bordatino

tn_DSCF1060

Per 8 persone

  • 200 gr di cipolle
  • 200 gr di carote
  • 200 gr di sedano fra coste e foglie
  • 2 spicchi di aglio spremuti
  • 120 gr di olio EVO
  • 1 litro di acqua
  • 400 gr di cavolo verza
  • 100 gr di cavolo nero
  • 500 gr di polpa di pomodoro
  • 300 gr di fagioli lessati
  • 500 gr di acqua di cottura dei fagioli
  • 150 gr di farina di mais precotta
  • 100 gr di parmigiano reggiano
  • 1 peperoncino tagliato a fettine fini
  • sale qb

Prepara un battuto con le cipolle, le carote l’aglio e il sedano.

In una pentola metti  a cuocere per 10 minuti a fiamma “allegra” il battuto di verdure che hai preparato con l’olio ed il sale. Aggiungi il peperoncino,  l’aglio sminuzzato le foglie dei cavoli tagliati a fette ed il pomodoro. Cuoci ancora per  10 minuti e poi  versaci  l’acqua. Cuoci per tre ore a fiamma bassa , deve “sboffonchiare” :)… lentamente.  Adesso l’acqua dei fagioli e porta il tutto di nuovo a sobbollire. A questo punto è il momento dei fagioli e della farina di mais e continua la cottura per il tempo richiesto dalla farina . Spengi la fiamma, versaci il parmigiano, gira bene con un mestolo di legno per far  mantecare il tutto … ed è pronto!

mammettatua! 🙂

Ponce a “vela”

Livornese

tn_DSCF1029

Ingredienti:

  • “gottino” :bicchiere di vetro piccolo dal fondo spesso (per non scottarsi le dita)
  • Rum scuro
  • 2 cucchiai di zucchero
  • Caffè espresso ristretto
  • 1 “petalo” di scorsa di limone (la vela, intesa come la vela delle barche  perchè veniva messa sul bordo del gottino)

Riempi mezzo  “gottino” con il rum ,aggiungi lo zucchero e con il vapore della macchina del caffè, scalda fino a che lo zucchero si è sciolto completamente. Aggiungi il limone, scalda ancora un attimo ed infine il caffè caldissimo.

Pronto!

tn_DSCF1024

Ragù

ragu 1

 

  • 300 gr di macinato
  • 1 salsiccia
  • 300 gr di sedano sminuzzato fra coste e foglie
  • 300 gr di cipolle sempre sminuzzate
  • 400 gr di pomodori maturi puliti o 400 gr di passata di pomodoro.
  • 50 gr di olio dell’agliolio
  • 100 gr di olio EVO
  • 1 cucchiaio di bacche di ginepro
  • 4 foglie di salvia
  • 2 rametti di ramerino (avvolgili nello spago da cucina altrimenti perdono gli aghi)
  • 1 bicchiere di vino rosso (circa 200 gr)
  • Sale qb
  • Acqua calda qb

In una capiente pentola (io uso quella di coccio)metti gli oli, il sedano e la cipolla e fai cuocere a fuoco medio per 10 minuti. Aggiungi il ramerino,l’alloro, la salvia e le bacche sala e cuoci a fiamma alta per 10 minuti. Ora è il momento della salsiccia e del macinato ed ancora 10 minuti, sempre scoperto ed a fiamma media. Alza la fiamma e vai con il vino, fai evaporare sempre a fiamma alta per 3 – 4 minuti, poi il pomodoro, altri 3 minuti a fiamma alta. Ora abbassa la fiamma e cuoci, con la pentola  “borbottante” come diceva la mia nonna 😉 per 3 ore . Mi raccomando controlla che non attacchi, casomai aggiungi un po’ di acqua calda. Passato il tempo, togli l’alloro, la salvia ed il ramerino”imprigionato” ed è pronto! Come le cose “stufate” sono “sonnacchiose”  per questo anche il ragù è meglio se riposa 1 notte e lo consumi il giorno dopo. 😉

tn_DSCF0970

Sing..:(

 

Scusatemi …non riesco più a trasferire in modo corretto le foto dall’archivio del computer , dove vengono salvate in modo corretto, alla memoria di wordpress…. Non so se avete notato le ultime foto.. a “righe” :(.

In attesa di trovare qualcuno che mi aiuti a risolvere il problema ho deciso di pubblicare gli articoli senza foto….

 

Un abbraccio

 

Nepitella

 

Castagnaccio

tn_DSCF0935

  • 500 gr di farina di castagne
  • 1 pz di sale
  • Acqua q/b (ne occorre circa 700 gr … la consistenza giusta è quella della foto: cremoso morbido)
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 2 cucchiai da minestra rasi di buccia di arancio tritata
  • 80 gr di gherigli di noce
  • 2 rametti di ramerino
  • 10 prugne tagliate a fette
  • Pinoli o semi di girasole qb
  • Olio EVO qb
  • 1 teglia diametro 35 cm (io uso quella di rame)

Mescola delicatamente la farina con l’acqua ed un pz di sale. Fai un impasto che risulti cremoso denso come vedi nella foto . Fai riposare il tutto per tre ore come minimo, io di solito lo preparo la sera per cuocerlo il giorno dopo.

Trascorso il tempo di riposo, aggiungi  lo zucchero tre cucchiai di olio e mescola bene. Poi le prugne e le noci, gira l’impasto in modo che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati.

Accendi il forno a 200°. Ungi la teglia con l’olio di oliva, anche nel bordo, e mettila a scaldare per 3-4 minuti nel forno. Togli la teglia dal forno , versa la “crema” che hai preparato, aggiungi sopra i semi di girasole o i pinoli, ancora un po’ di olio, (io parto da un lato e faccio come una “S” fino all’altro lato e poi un giro intorno alla teglia, molto fine il giro dell’olio, non deve essere a getto). Poi i rametti di ramerino.

Pronta per infornare!

25 minuti a 200° !! Ma controlla! Ogni forno cuoce in maniera diversa! Quando vedi il bordo scuro e la parte in alto tutta dello stesso colore, non devono esserci dei punti piu chiari, e’ pronto.

Questa dose è per circa 8 persone. Se dovete cambiare teglia, usate lo stesso procedimento e per non sbagliare il risultato controllate che , il composto , una volta messo nella teglia sia alto circa 1 cm .

Mammatua! 🙂

tn_DSCF0927                 tn_DSCF0933  tn_DSCF0939  tn_DSCF0937

Meringhe

tn_DSCF0851

per 20 meringhe

  • 180 gr di chiaro di uovo (temperatura ambiente)
  • 360 gr di  zucchero a velo ( io uso lo zucchero di canna)
  • 1 pz di sale fine

Calcola che devi usare sempre il doppio di zucchero rispetto al chiaro che vuoi utilizzare.

Metti il chiaro nella planetaria con il sale e comincia a far girare la frusta . Aggiungi lentamente tutto lo zucchero. A questo punto attendi con pazienza che monti fino a raggiungere la consistenza del “cucchiaio bloccato” cioè se infili nel mezzo il composto un cucchiaio da minestra lui rimane li “bloccato”, cioè non cade di lato. Occorre circa 10 minuti di montatura.

Metti la “spuma” che hai ottenuto dentro la saccapoche. Forma sulla teglia del forno dove prima hai steso la carta da forno,  delle strisce che si ripiegano su se stesse e  procedi con la cottura.

😉

Massimo,un mio amico pasticcere , bravissimo, e molto “generoso”  mi arricchisce sempre di consigli a me molto preziosi.  Mi ha dato una nuova ricetta per cuocere le meringhe, diversa da quella che ho pubblicato nella pagina “Il merindolce”. Forno statico a 100° tempo di cottura..solo 2 ore ! Il “segreto” è un pezzo di cartone a contrasto nello sportello del forno! :°) … Molto più veloce e il risultato è ottimo!! Grazie Massimo!

La ricetta dice 2 ore, a me , con il mio forno  sono cotte,  in 1 ora e 40. Durante la cottura ,dopo circa 1 ora e 30,  controlla al’ interno di una meringa, e se è tutta bianca, è pronta!

mammettatua! 😉

tn_DSCF0826                              tn_DSCF0831