Schiacciata di Pasqua Livornese

  1. E’ un dolce che adoro. Fatto in casa è tutta un’altra cosa rispetto a quello comprato nelle pasticcerie. E’ un po’ laborioso, occorre un po’ di tempo, ma i profumi che sprigiona sono indimenticabili e unici.Anche in questo dolce c’è lo “zampino” del mio amico pasticcere. E un “matrimonio fra una ricetta di mia nonna, molto più laboriosa e una ricetta di Massimo , che mi ha semplificato l’eredità 😉 tn_DSCF1224 1° impasto
  2. 240 gr di farina manitoba
  3. 35 gr di lievito
  4. 4 tuorli di uovo
  5. 100 gr di latte di soia
  6. 1 cucchiaio di zucchero di canna

Sciogli il lievito nel latte di soia. Poi unisci tutti gli ingredienti e lavora il tutto per 7 minuti, a mano, con la planetaria come vuoi.

Metti a lievitare in un luogo tranquillo, lontano da cambiamenti di aria, io lo metto nel forno spento, fino a che si raddoppia..

2° impasto

  • il primo impasto
  • 100 gr di rosolio alla menta
  • 4 cucchiai di acqua di rose
  • 50 gr di semi di anice ammorbiditi in 50 gr di sambuca
  • 500 gr di zucchero
  • 4 uova intere
  • 150 gr di burro morbido
  • 1 kg di farina 0 (può darsi che te ne prenda di più)
  • 100 gr di buccia di arancio grattata
  • 1 pz di sale

Prendi il 1° impasto e lascialo ammorbidire per 10 minuti l’acqua di rose ed il rosolio alla menta. Monta le uova con lo zucchero e mettili da parte. All’impasto ammorbidito aggiungi mentre lo lavori il burro..lo zucchero con le uova …la farina ed alla fine i semi di anice con la sambuca … lavora per 7 minuti. Deve avere una consistenza morbida ma non “molle” come se fosse l’impasto del pane. Adesso forma due pani, dalla forma rotondeggiante e mettili ancora a lievitare coperti da una pellicola in un luogo tranquillo fino a che non si raddoppiano. Occorre circa una notte…8-12 ore. Quando hanno raggiunto il volume giusto cuoci le schiacciate nelle loro caratteristiche “forme” che si trovano anche di carta. Forno preriscaldato a 180° per 30 minuti! (controlla con lo stecchino!)Pronto! Questa tipica schiacciata livornese viene consumata nel periodo di pasqua accompagnata dalle uova di cioccolata! Ne viene due di circa 1 kg tn_DSCF1242

4 commenti

  1. …mi è venuta l’acquolina in bocca! Sinceramente, però, è una ricetta troppo elaborata ed al di fuori delle mie limitate capacità di cuoco quindi dovrò aspettare di passare dalle parti di Livorno per assaggiarla!
    Buona notte, alla prossima.

Rispondi a afinebinario Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...