Archivi categoria: Secondi

Calamari alla vodka

tn_IMG_2828

 

Per due persone

 

  • 500 gr di calamari
  • 1 pz di origano
  • Sale qb
  • Olio EVO
  • 1 bicchiere di vodka, circa 200 ml.
  • Peperoncino qb
  • 1 spicchio di aglio con la camicia, intaccato.

 

Pulisci I calamari. Togli la pelle, l’intestino, occhi e il becco in mezzo ai tentacoli. Sciacqua bene sotto l’acqua corrente.

Taglia a fette di circa 4 cm la sacca, e sminuzza i tentacoli.

In un tegame con 5 cucchiai di olio, fai rosolare a fiamma alta l’aglio e il peperoncino, aggiungi il calamaro e quando comincia a prendere colore, aggiungi il bicchiere di vodka e fai evaporare per 5 minuti a fiamma alta.

Aggiungi il sale e l’origano, abbassa la fiamma, copri con un tappo, e cuoci per circa 15 minuti.

Fai la prova con la forchetta, quando il calamaro e’ morbido, e’ pronto!

 

mammatua! :*

Fiori di Sambuco fritti

fioriPer 4 persone:

  • 4 Fiori di sambuco con il gambo
  • 200 gr di acqua a temperatura ambiente
  • 20 gr di lievito di birra
  • 150 gr di farina 0
  • 1 pz di sale
  • 1 litro di olio di semi di arachidi per friggere

 

La pastella  deve riposare come minimo 12 ore. La puoi preparare la sera prima per usarla il giorno dopo. Tirala fuori all’ultimo momento perché per avere un fritto croccante deve essere fredda.

Ecco come fare la pastella : In una ciotolina fai ammorbidire il lievito nell’acqua. Dopo 10 minuti quando il lievito si è sciolto aggiungi la farina e con una frusta mescola bene il tutto. Copri con la pellicola e metti in frigorifero.

Al momento dell’uso togli l’impasto dal frigorifero , aggiungi un pz di sale, e mescola di nuovo per bene. Prendi i fiori per il gambo, girali delicatamente nella pastella e poi uno alla volta immergili nell’olio caldo nella padella. Cuoci i fiori per 2 minuti a “testa in giù” poi li sollevi piano piano per il gambo e li adagi dall’altra parte . Cuoci altri 2 minuti. Adesso li tiri su dall’olio con una schiumarola e li metti a scolare su un “colapasta”. Poi li passi su un foglio di carta assorbente e sono pronti per essere serviti su un vassoio dove avrai messo della carta gialla, anche buste del pane 😉 Pronti!

 

Mammatua! J

 

Bistecca di soia sott’olio

tn_2 (95)

  • Bistecca di Soia disidratata(2 pezzi a persona)
  • Olio EVO
  • Olio di semi di girasole
  • Olio di semi di arachide
  • Aglio
  • Peperoncino
  • 1 bicchiere di aceto rosso
  • Farina 0
  • Sale qb

 

 

Porta a ebollizione una pentola piena di acqua, aggiungi il sale, e fai cuocere la soia per 10 minuti. Togli la soia dall’acqua e lasciala freddare in un colino. In un pentolino metti a cuocere a fiamma alta l’ olio extravergine di oliva e l’olio di semi di girasole, gli spicchi di aglio tagliati a fette ed il peperoncino. Fai cuocere  fino a che l’aglio comincia a dorarsi. Spengi la fiamma e fai  abbassare la temperatura  dell’olio per qualche minuto. Aggiungi il bicchiere di aceto,  rimetti sul fuoco il pentolino coperto e fai “sobbollire” per circa 5 minuti, spengi il gas e fai freddare completamente. Stai molto attenta  perché è pericoloso fare questa operazione. Una volta ho aggiunto l’aceto che l’olio era sempre troppo caldo e mi è schizzato tutto fino al soffitto. 😦

Prendi la soia e strizzala bene per farle perdere più acqua possibile. Con un coltello “sfilettatore” dividila in due  dalla parte più bassa e poi mettila su un panno per farle perdere ancora un pò di umidità . Poi infarinala da tutti i lati.

In una padella metti a scaldare abbondante olio di semi di arachide. Friggi la soia infarinata, ci vuole circa 4 minuti. Togli la soia dall’olio e mettila a scolare di nuovo nel colino e poi  sulla carta gialla o carta da cucina.  Fai freddare. Poi in un contenitore, a me piace di vetro, adagia la soia, un filetto  sopra all’altro fino a che non li hai finiti tutti. Ad ogni strato sala. A questo punto copri con l’olio e aceto che nel frattempo si è freddato.  Deve  essere tutta“affogata” nell’olio. Fai riposare per 1 notte. Pronta!

Quando la vuoi mangiare la togli dall’olio,la strizzi per  togliere l’olio in eccesso e la fai riposare ancora una volta per qualche minuto sulla carta da cucina.

La servi su un letto di insalata.

Mammatua! 🙂

tn_2 (93)

Chioccioline di mare

tn_013

o lumachine di mare

 

Per 6 persone

  • 1 kg di chioccioline di mare fresche
  • 1 spicchi di aglio
  • 300 gr di pomodori pelati in barattolo o 500 gr di pomodori ben maturi
  • 1 cucchiaio di agliolio
  • 50 gr di cipolla “bionda” sminuzzata
  • 2 cucchiai da minestra di prezzemolo
  • 1 cucchiaino da caffe di maggiorana
  • Peperoncino piccante qb
  • Olio EVO qb
  • Sale qb

Quando compri le chioccioline se non le cucini subito avvolgile strette strette in un “asciughino” bagnato e ben strizzato, dentro una zuppiera e poi in frigo. Prima di cucinarle mettile in un recipiente riempilo di acqua e con le mani “strofinale” una contro l’altra , poi mettile in un colino dentro l’acquaio e fai scorrere l’acqua sopra mentre ancora con le mani le “strofini” di nuovo una contro l’altra.

Adesso metti i le chioccioline in una pentola con 2 litri di acqua a temperatura ambiente e le fai  “sbollentare “ per 20 minuti con 1 spicchio di aglio ed un pz di sale.

In una pentola a sponde alte metti a cuocere i “pelati”  con l’olio il peperoncino l’agliolio la cipolla e il sale. Aggiungi il vino e fai evaporare. Adesso “coli” le chioccioline dall’acqua di cottura, e ancora calde le metti nel recipiente con la salsa, fai prendere il bollore , aggiungi il prezzemolo e la maggiorana e cuoci fuoco basso per 1 ora  e ½. Pronte!

Se te ne avanza un po’ sono buonissime anche per condire la pasta!

Mammettatua! 🙂

Gli Gnudi

tn_001

Si chiamano cosi perché l’ingredienti usati per queste polpette sono molto simili al ripieno dei ravioli. In questo caso la pasta rappresenterebbe il vestito, allora se il vestito non c’è….sono “gnudi” ! 😉

Per 8 persone

  • 200 gr di spinaci lessati e strizzati
  • 500 gr di ricotta
  • 70 gr di parmigiano + il necessario per coprirli
  • Sale fine qb
  • 300 gr di salsa di pomodoro
  • 3 tuorli di uovo
  • 100 gr di burro
  • 1 cucchiaio di farina 0 da mettere nell’impasto piu quella per infarinarli
  • 18 di 40 gr

Su un tagliere sminuzza gli spinaci e mettili da parte.

In una ciottolina metti la ricotta e schiacciala con una forchetta. Aggiungi  1 cucchiaio di farina, il parmigiano, un pz di sale, le uova e gli spinaci egira bene il tutto.

Metti il pomodoro in una pirofila da forno.

Aiutandoti con un cucchiaio forma delle polpette, passale nella farina e poi lessale nell’acqua bollente per 3 minuti. Non  buttare più di 3 o 4 gnudi alla volta altrimenti potrebbero sciuparsi. Scolali e poi adagiali nella pirofila  sul pomodoro . Passaci sopra una bella spolverata di parmigiano, dei fiocchetti di burro e cuocili in forno a 180° fino a che diventano belli dorati! Pronti!

Mammettatua! 🙂

Pesce Arrosto

Cottura:

20 minuti ogni 1/2 Kg

Se il pesce pesa 1 Kg? 40 minuti! 🙂

Ingredienti:

  • pesce fresco
  • 1 spicchio di aglio
  • sale qb
  • 1 rametto di ramerino

Accendi il forno a 200 gr.

Prepara il pesce:

  • salalo da tutte le parti
  • all’interno metti un pochino di sale, lo spicchio di aglio, il ramerino.

Appena il forno raggiunge la temperatura, inforna e cuoci come ti ho indicato sopra.Mi raccomando quando é passato il tempo toglilo subito dal forno! Pronto!!

mammettatua! 🙂